Chirurgo plastico Napoli: Prof. Raffaele Rauso vi da il benvenuto.

Un tempo, una delle principali preoccupazioni delle donne che ricorrevano alla mastoplastica additiva, era la possibile rottura delle protesi mammarie e la conseguente perdita e diffusione del silicone tra i tessuti del seno. I rischi? Non pochi, ma oggi la situazione è nettamente cambiata.

A garantire, infatti, una maggiore sicurezza degli impianti mammari, sono stati creati involucri più resistenti, perfetti simulatori della morbidezza naturale dei seni e, allo stesso tempo, contenuti a prova di dispersione.

Molte delle protesi attualmente in uso per le operazioni di chirurgia del seno sono infatti realizzate in gel di silicone. Gli impianti caratterizzati dal nuovo contenuto, si presentano disponibili in diversi gradi di coesività, un aspetto fondamentale che garantisce un aumento della loro resistenza e sicurezza. Ciò permette ad alcune importanti case produttrici di rilasciare una Garanzia a Vita.

Differentemente dunque dalle vecchie protesi al seno, la coesività dei nuovi impianti evita la diffusione del silicone in caso di rottura. Il gel infatti resta compatto all’interno del suo involucro.

Il silicone in forma gel, inoltre, garantisce un maggior mantenimento della forma delle protesi e un rischio nettamente minore di formare piccole pieghe cutanee.

Nonostante la sicurezza dei nuovi impianti mammari, ricordiamo che è sempre opportuno sottoporsi nel tempo a visite di controllo per valutare lo stato delle protesi.

Per altre informazioni sulla mastoplastica additiva a Napoli potete rivolgervi al Prof. Rauso.

Hai bisogno di assistenza? Clicca qui e parla con noi
 Presto il consenso al trattamento dei miei dati personali per gestire la richiesta di contatto. Leggi l'informativa