Chirurgo plastico Napoli: Prof. Raffaele Rauso vi da il benvenuto.

Quando si decide di sottoporsi a una mastoplastica additiva per migliorare il volume e la forma del proprio seno, si deve tener conto dei tempi necessari per un recupero delle proprie attività quotidiane. Non è un dettaglio trascurabile e lo sanno bene tutte quelle donne che praticano sport o che hanno uno stile di vita molto attivo, come ad esempio le mamme di bimbi piccoli che non possono permettersi un riposo troppo lungo.

Bisogna dunque rinunciare ad avere un decolleté migliore, se non si ha la possibilità di rallentare per un po’ i propri ritmi? la risposta è no, a patto che si utilizzino protesi mammarie in poliuretano. Non si tratta di una recente invenzione, in quanto le protesi in poliuretano sono da tempo note ai chirurghi plastici di tutto il mondo anche se, fino ad ora, sono state utilizzate soprattutto in interventi di sostituzione di protesi in silicone precedente impiantate che avevano subìto rotazioni o spostamenti dalla sede in cui erano state posizionate.

Ora però i professionisti più all’avanguardia come il dottor Raffaele Rauso,  famoso chirurgo plastico italiano, fondatore del brand Chirurgia della Bellezza, hanno deciso di sfruttare la caratteristiche delle protesi in poliuretano che permettono un posizionamento definitivo senza pericolo di spostamenti, grazie alla loro perfetta aderenza ai tessuti del corpo.

Un protesi mammaria che non è soggetta a dislocazioni, non richiede dunque una limitazione dell’uso delle braccia per un mese circa, come avviene normalmente dopo un mastoplastica additiva e ciò rappresenta un grosso vantaggio per le donne che praticano sport , che hanno bambini piccoli o che svolgono lavori non sedentari.

Come sostiene il dottor Rauso, le protesi in poliuretano sono la risposta a tutte le richieste delle sue pazienti che vogliono un seno più grande e più sodo, senza dover rinunciare temporaneamente ai propri impegni  e senza la necessità di dover indossare la fascia post intervento.

Ci sono differenze visibili tra un seno con protesi in silicone e uno con protesi in poliuretano? I risultati sono identici, l’unica differenza sta nella maggiore durezza delle protesi in poliuretano che persiste per circa un anno dall’intervento, contro i due tre mesi di quelle al silicone. Il dottor Rauso si dice favorevole all’utilizzo delle protesi in poliuretano, ma è importante che vengano impiantate esclusivamente da professionisti esperti, in quanto richiedono una particolare abilità nella fase del posizionamento che non prevede grossi margini di assestamento.

Essere più affascinati e sentirsi bene con se stesse, sono questi i motivi che spingono sempre più donne di ogni età a sottoporsi a una mastoplastica additiva e, ora, il sogno di una vita diventa realtà in poco tempo e con meno privazioni, ma solo grazie a veri esperti del settore.

Per un consulto su un intervento di aumento del seno con protei in poliuretano, il dottor Rauso riceve le sue pazienti a Napoli.

Mastoplastica additiva per donne sportive e super attive? Scegliete le protesi in poliuretano
Ha trovato utile questo contenuto ?

Prof. Raffaele Rauso

Il Prof Raffaele Rauso, chirurgo plastico esperto in chirurgia estetica del volto, del seno e del corpo, opera e riceve a Napoli previo appuntamento.

Share This
Condividi

Condividi questo articolo ai tuoi amici.