Chirurgo plastico Napoli: Prof. Raffaele Rauso vi da il benvenuto.

Mai sentito parlare di ipertrofia mammaria?

In medicina estetica, l’espressione è utilizzata per indicare una crescita eccessiva del seno dettata da fattori ormonali e non. Un eccessivo volume mammario può inoltre dipendere sia da una eccedenza di tessuto ghiandolare che di tessuto adiposo.

L’ipertrofia del seno soprattutto quando raggiunge stadi importanti, finisce per costituire un problema per molte donne alle prese non solo con difficoltà di accettazione del proprio aspetto, ma anche con disturbi posturali e dolori fisici.

Il seno prosperoso può infatti essere un reale motivo d’imbarazzo in grado di creare molteplici disagi psicologici e difficoltà nei rapporti sociali. In casi più complessi inoltre, al problema estetico di un seno particolarmente generoso si associano più importanti conseguenze per la salute. Il peso del seno può causare infatti danni alla colonna vertebrale, posture scorrette, fastidi e dolori generali.

Per questo motivo in Italia, tantissime sono le pazienti che scelgono di ricorrere alla chirurgia plastica mammaria per la correzione dell’ipertrofia. La procedura eseguita è la mastoplastica riduttiva.

L’intervento mira di fatto all’asportazione di una parte del tessuto adiposo e ghiandolare del seno e nel riposizionamento della mammella e del capezzolo, al fine di ottenere un décolleté più armonico e proporzionato alla silhouette.

La mastoplastica riduttiva si esegue in anestesia generale o locale con sedazione e per la riduzione dei seni il chirurgo, relativamente al grado di ipertrofia mammaria, incide in vari punti. In questo il seno viene ridotto di volume, migliorato nella forma e il capezzolo viene spostato nella corretta posizione.

Per altre informazioni sulla mastoplastica riduttiva a Napoli potete rivolgervi al Prof. Rauso Raffaele.

Hai bisogno di assistenza? Clicca qui e parla con noi
 Presto il consenso al trattamento dei miei dati personali per gestire la richiesta di contatto. Leggi l'informativa