Chirurgo plastico Napoli: Prof. Raffaele Rauso vi da il benvenuto.

Una stretta di mano, un gesto denso di significati come un saluto, un accordo, una riappacificazione, una nuova amicizia o semplicemente un modo per presentarsi agli altri. Dare una mano vuol dire porgere il proprio aiuto, mettersi a disposizione del prossimo, perché la mano è un arto fondamentale per l’uomo e dice molto della persona a cui appartiene.

Sia gli uomini che le donne curano l’estetica delle loro mani per avere un aspetto curato e raffinato, ma a volte capita che si è soggetti a reazioni fisiche che non possiamo controllare come, ad esempio un’eccessiva sudorazione palmare,  che crea disagi sono solo fisici ma anche psicologici.

L’ iperidrosi è una patologia che induce il sistema simpatico a una sproporzionata produzione di sudore e può colpire varie zone del corpo come le ascelle, l’inguine, i piedi e le mani senza una vera e propria causa scatenante.
Lo stress a l’ansia di certo incidono a rendere i palmi delle mani più sudaticci del dovuto e ciò non può che provocare  imbarazzo e chiusura verso gli altri.

Si entra in circolo vizioso in cui la paura di sudare fa sudare ancor di più, con conseguenze molto pesanti da sopportare. Un rimedio efficace per combattere tale disfunzione è quello di sottoporsi a infiltrazioni di botulino, una sostanza ampiamente utilizzata sia in medicina estetica che in oculistica, in ortopedia e in altri settori della medicina e che ha il potere di bloccare gli impulsi nervosi legati al sudore.

L’iperidrosi non si blocca del tutto, ma grazie alla tossina botulinica può essere controllata e gestita per almeno 6 mesi, senza alcun tipo di controindicazioni.

Il professor Raffaele Rauso, chirurgo plastico e maxillo facciale, a proposito del botulino per l’iperidrosi palmare, sostiene che si tratti di una procedura sicura ma piuttosto fastidiosa per il paziente e va eseguita solamente da professionisti qualificati, in quanto se non si individuano i punti esatti in cui effettuare l’infiltrazione, non sarà possibile avere i risultati sperati.

Affidiamoci al botulino per combattere l’iperidrosi, ma le mani che possono aiutarci sono solamente quelle di un chirurgo esperto. Diffidare dei finti professionisti!

Il professor Rauso effettua trattamenti a base di tossina botulinica per combattere l’iperidrosi palmare nel suo centri di Napoli.

L’iperidrosi delle mani: ecco come curarla
5 Totale 1 Voti

Prof. Raffaele Rauso

Il Prof Raffaele Rauso, chirurgo plastico esperto in chirurgia estetica del volto, del seno e del corpo, opera e riceve a Napoli previo appuntamento.

Share This
Condividi

Condividi questo articolo ai tuoi amici.