Chirurgo plastico Napoli: Prof. Raffaele Rauso vi da il benvenuto.

Nascere con un lato B da brasiliana, lo sanno tutte le donne: è una questione di fortuna! La fortuna però aiuta le audaci e quindi chi non vuole rassegnarsi ad avere un sedere piatto, può contare sulla gluteoplastica, ossia una serie di procedure chirurgiche mirate al miglioramento della forma dei glutei. Lo scopo della gluteoplastica  è quello di ingrandire e rassodare un lato B che si presenta piatto o cadente a causa di un eccessivo dimagrimento, del trascorrere del tempo o semplicemente per una conformazione fisica.

A seguito dell’interesse crescente anche in Italia su questa tipologia di intervento, andiamo a elencare le 4 soluzioni possibili per ottenere un “brazilian effetc” :

1- Una delle tecniche chirurgiche per effettuare una gluteoplastica è il lipofilling, una tecnica innovativa, indicata in caso si abbiano a disposizione depositi di grasso in altre parti del corpo da poter prelevare. Il materiale adiposo, una volta estratto da zone come la pancia, i fianchi o le cosce, viene opportunamente trattato e “purificato” e poi re-infiltrato con delle micro cannule che non cerano cicatrici direttamente nei glutei, per un aumento del loro volume e della loro tonicità. E’ un intervento eseguito in anestesia locale e i risultati sono immediatamente visibili e duraturi nel tempo, anche se una parte del grasso iniettato verrà riassorbito dall’organismo.

2 – Un’altra tecnica per effettuare una gluteoplastica è quella dell’introduzione di particolari protesi in silicone, molto resistenti e  di altissima qualità. Questa tecnica viene preferita al lipofilling quando le pazienti sono particolarmente magre e non hanno grasso sufficiente da aspirare. Le protesi, possono avere varie forme e vengono scelte dal chirurgo in base alle caratteristiche fisiche delle pazienti e vengono inserite con un’incisione nella parte più nascosta, ossia tra le natiche, per non creare cicatrici visibili. L’intervento viene effettuato in anestesia spinale e richiederà attenzione nel post operatorio, ma il risultato ottenibile è quello di un gluteo più grande e soprattutto più alto .

3 – per un gluteo particolarmente cadente, con tessuto flaccido dovuto a un eccessivo dimagrimento, potrebbe risultare molto utile effettuare un vero e proprio lifting dei glutei, grazie al quale la pelle in eccesso verrà riposizionata e “stirata” e i tessuti sottocutanei saranno rimodellati per un effetto volumizzante.

4 – Per una procedura più soft per una gluteoplastica senza bisturi si parla di filler all’acido ialuronico, la stessa sostanza utilizzata per il ringiovanimento del viso, ma con una densità maggiore che permette anche una durata degli effetti fino a 18 mesi. Attraverso le infiltrazioni di acido ialuronico si possono rimodellare sia la parte alta che i contorni del gluteo e l’effetto “brasiliano” è garantito.

4 soluzioni valide e comprovate, ma nessuna delle quali può prescindere dalla bravura del chirurgo che dovrà effettuarle. Saper scegliere la giusta soluzione, infatti,  vuol dire anche sapersi affidare a un vero professionista del settore, attento alla bellezza ma anche alla salute dei suoi pazienti.

Per una gluteoplastica eseguita con le procedure più all’avanguardia e con la massima professionalità, è possibile rivolgersi al chirurgo plastico Raffaele Rauso, svolge la sua attività a Napoli.

 

Le 5 cose che bisogna sapere sulla gluteoplastica
Ha trovato utile questo contenuto ?

Prof. Raffaele Rauso

Il Prof Raffaele Rauso, chirurgo plastico esperto in chirurgia estetica del volto, del seno e del corpo, opera e riceve a Napoli previo appuntamento.

Share This
Condividi

Condividi questo articolo ai tuoi amici.