• chirurgo plastico napoli raffaele rauso
  • chirurgia plastica napoli rauso raffaele
  • chirurgia plastica-napoli raffaele rauso
Richiedi informazioni gratuite: Dr. Raffaele Rauso
Video chirurgia plastica estetica
Finanziamento chirurgia plastica Napoli

Liposcultura Napoli

La liposcultura, liposuzione, lipomodellamento, o come dir si voglia è senza dubbio tra i primi 3 interventi più richiesti al mondo. La sedentarietà, le abitudini alimentari sbagliate e lo stress sono tra le principali cause che portano all’accumulo di grasso corporeo che altera la silhouette; tale intervento è il trattamento chirurgico che permette di rimuovere i cuscinetti adiposi che alterano l’armonia del corpo.

 

LE ADIPOSITA' LOCALIZZATE

Innanzitutto va chiarito un concetto cardine spesso misconosciuto dalla maggior parte dei pazienti: la liposcultura non serve per dimagrire! Il sovrappeso e/o l’obesità sono condizioni che non beneficiano assolutamente della liposuzione, quest’ultima è indicata per rimodellare il corpo asportando piccole raccolte di adipe, le cosiddette adiposità localizzate. Queste ultime vanno suddivise in 2 tipi: le adiposità primarie e le adiposità secondarie. Le adiposità primarie sono geneticamente determinate, ovvero è scritto nel DNA dell’individuo che quei determinati accumuli adiposi devono essere localizzati in quella determinata area (ad esempio le “coulotte de chevalle” nella donna, o le “maniglie dell’amore” nell’uomo), e non sono sensibili a restrizioni dietetiche (ovvero non scompaiono né con lo sport, né tanto me o con la dieta). Le adiposità secondarie, invece, sono correlate agli eccessi alimentari, ovvero si verificano quando introduciamo nel nostro organismo una quantità di cibo maggiore rispetto a quanto sia necessario per il nostro sostentamento; queste ultime sono sensibili alle restrizioni dietetiche, ovvero per eliminare questi accumuli adiposi basta avere un po di forza di volontà e darsi da fare con dieta ed esercizio fisico. Questa suddivisione in adiposità primarie e secondarie è fondamentale per capire come approcciare ad un paziente con un’alterazione della propria silhouette corporea.

 

CHI E' CANDIDATO AD UNA LIPOSUZIONE

Il candidato ideale è una persona in normopeso o in leggero sovrappeso che presenta degli accumuli di grasso che alterano il normale decorso delle curve corporee, queste ultime alterando la silhouette del corpo ne alterano di conseguenza l’armonia. Per tanto, nei casi di soggetti in marcato sovrappeso che cercano una soluzione ai propri problemi, sarà importante inquadrarli in un regime dietetico corretto e programmare un intervento di liposcultura soltanto una volta che le adiposità secondarie sono state eliminate con la dieta.

 

LA LIPOSCULTURA E' PERICOLOSA?

Una delle principali domande che viene posta al chirurgo durante il primo consulto per l'intervento è riguardo la sicurezza di questo trattamento. Il concetto fondamentale è che la liposuzione è un intervento sicuro se viene praticata con competenza, ovvero senza eccedere alla rimozione di troppo grasso in una singola seduta, perché la rimozione abbondante di adipe può portare ad uno scompenso del nostro organismo. Per tanto è molto importante che questo intervento non venga considerato un intervento banale eseguibile “da tutti”; solo un chirurgo esperto, che effettua un’attenta valutazione pre-operatoria degli esami ematochimici (gli esami del sangue), e tiene conto della situazione di partenza del paziente, potrà considerare in maniera opportuna la quantità di adipe asportabile senza creare problemi al paziente, e garantendogli una rapida ripresa nel post-operatorio.

 

L’INTERVENTO DI LIPOSCULTURA

L’intervento, quando viene effettuato per il modellamento di piccole aree corporee, come ad esempio i fianchi, l’interno ginocchia, l’interno coscia, etc, può essere agevolmente eseguito ambulatorialmente in anestesia locale con una leggera sedazione anestesiologica, senza assolutamente la necessità dell’anestesia generale. Questo, tradotto in termini pratici, permette l’esecuzione dell'intervento senza una particolare degenza da parte del paziente, che rapidamente potrà tornare alle sue attività sociali. A differenza del concetto tradizionale di liposcultura, ovvero inserire cannule di grosso diametro per l’aspirazione del grasso localizzato, quella tridimensionale ha delle potenzialità di gran lunga maggiori. La liposcultura tridimensionale è una tecnica di liposuzione che, tramite l’utilizzo di cannule con diametrio decrescente, andando a trattare in maniera sapiente i diversi strati di adipe, dalla profondità alla superficie, permette non solo di asportare il grasso localizzato, bensì anche di dare un effetto tensore alla cute sovrastante, per tanto ci permette effettivamente di modellare il corpo. La durata dell’intervento varia in base al numero di aree da trattare, ma mediamente va dai 60 ai 90 minuti.

 

CHE AREE SI POSSONO TRATTARE CON TALE INTERVENTO

Fondamentalmente qualsiasi area ove sia presente un’adiposità, sia primaria che secondaria, può essere trattata con la liposcultura, ad esempio: roulotte de chevalle, doppio mento, collo, addome, fianchi, regione lombo-sacrale, cosce, interno coscia, interno ginocchia, caviglie, polpacci, etc. Tuttavia è molto importante valutare nel pre-operatorio l’eventuale presenza di una concomitante ptosi cutanea, o di un’eventuale pelle anaelastica, queste condizioni determineranno nel post-operatorio uno scadente risultato, in quanto dopo la rimozione del grasso esiterebbe un eccesso di pelle cadente, è per questo che, sebbene sembri un intervento semplice, eseguibile da tutti, richiede invece un chirurgo esperto che sappia effettuare un’opportuna valutazione pre-operatoria delle aree che realmente ne beneficerebbero.

 

IL POST OPERATORIO 

Subito dopo l’intervento di liposcultura sull’area trattata va applicata una medicazione compressiva che rimarrà in loco per 48-56 ore, generalmente questa medicazione si bagna per la fuoriuscita del liquido infiltrato prima dell’aspirazione; dopo circa 3 giorni dall’intervento il paziente potrà eseguire un bagno o una doccia. Una volta rimossa la medicazione è di fondamentale importanza che il paziente indossi una guaina compressiva, 24 ore al giorno per circa 10 giorni, e a seguire, per circa un mese, solo durante le ore notturne. Questa compressione ha lo scopo di limitare l’edema (il gonfiore) legato al trauma chirurgico, e dare un input alla pelle su come “ritirarsi” in maniera corretta. Indossare in maniera scorretta una guaina compressiva nel post-operatorio può portare alla comparsa di irregolarità cutanee. E’ molto importante che il paziente sia cosciente che l’aspetto della cute, nel post-operatorio, è piuttosto diverso dal normale nei primi 2-3 mesi del post operatorio. Inizialmente la cute apparirà rigida, strana da toccare, ma questo è semplicemente legalo al processo di guarigione dell’area sotto-cutanea che è stata traumatizzata dalle cannule durante l’intervento. Questo stesso trauma delle cannule, sarà il “responsabile” della detrazione cutanea, che se opportunamente effettuata, ci permetterà di rimodellare il corpo in maniera ottimale.

 

LE ALTERNATIVE ALLA LIPOSCULTURA

Nel caso in cui parliamo di adiposità secondarie, come già sottolineato in precedenza, semplicemente la dieta e l’esercizio fisico possono essere risolutori; nel caso di adiposità primarie, invece, la dieta è inutile, per tanto se il paziente rifiutasse la liposcultura le opzioni sono 2: non fare nulla e tenersi i cuscinetto di grasso, oppure infiltrare sostanze adipocitolitiche. La seconda opzione, quella delle infiltrazioni adipocitolitiche, è una tecnica che consiste nell’infiltrare delle soluzioni, che chimicamente portano alla distruzione delle cellule di grasso, per tanto seduta dopo seduta sarà possibile notare una riduzione localizzata del pannicolo adiposo.

 

VIDEO INTERVENTO LIPOSCULTURA
Il Dr Raffaele Rauso, chirurgo plastico, spiega l’intervento di liposcultura, intervento spesso additato come pericoloso ma che in realtà, se eseguito coscienziosamente e scrupolosamente, risulta essere sicuro ed affidabile.

 

 

Qualche foto di questo intervento

Ecco alcune foto del prima e dopo di questo intervento di chirurgia plastica estetica. E' possibile visualizzare l'intera galleria di foto cliccando il seguente link qui di seguito (guarda la galleria)

 

Intralipoterapia aqualyx liporiduzione non chirurgica a Napoli

 

Lifting interno cosce pre post a Napoli

 

Lipo buffalo hump a Napoli

 

Liposcultura coulotte de chevalle a Napoli

 

 

Se vuoi saperne di più sulla liposcultura vieni a trovarci a Napoli c/o la Clinica Ruesch, Viale Maria Cristina di Savoia, 39 (Napoli) - Cap 80122 dove opera il Dottor Raffaele Rauso, oppure puoi contattarci al numero di telefono: 366.39.70.763

Galleria Foto Liposcultura

Guarda le foto del prima ed dopo intervento di chirurgia plastica estetica liposcultura eseguito a Napoli dal Dott. Raffaele Rauso. (Clicca la foto)

Liposcultura

Richiedi informazioni Gratuite

Hai trovato utile questo contenuto?
1 1 1 1 1 1 1 1 1 1 Punteggio 5.00 (2 Voti)

Seguici su Facebook